Video       Bacheca       Archivio       Interviste       Chitarre McIlroy       Contatti       facebook group SBJ su Facebook!
Inglese

PROSSIMI CONCERTI

23/06/17 – Karlijn Langendijk
26/08/17 – Peter Price e Jodie Keegan, a Rigomagno
31/08/17 – 03/09/17 — II° Tuscany Guitar Camp, a Rigomagno, con Andrea Valeri, Michael Fix e Adam Rafferty
23/09/17 – Steve Tilston
13/10/17 – Eric Lugosch
20/10/17 – Tim Sparks
17/11/17 – Markus Schlesinger

Per prenotazioni contattaci.


Karen Langendijk in concerto. Chitarra acustica fingerstyle

Venerdì 23 Giugno 2017 alle ore 21:30
SIX BARS JAIL c/o Circolo ARCI SMS Serpiolle
ingresso 10 euro

Karlijn Langendijk, ventuno anni, olandese, sarà per la prima volta in Italia su iniziativa della rassegna veneta "Chitarre per Sognare" che ci ha proposto di condividere questa occasione. Abbiamo colto al volo l'invito perché Karlijn è davvero un talento naturale della chitarra fingerstyle e siamo certi che si guadagnerà presto una posizione di rilievo nel panorama chitarristico internazionale.

Circondata dalla musica per chitarra acustica fin dalla nascita, ha iniziato a suonare la chitarra all'età di 13 ispirata dal padre. Attualmente, scrive la propria musica, affascinata dalla chitarra fingerstyle e dalla musica da concerto classica e moderna. Ha suonato sul palco con chitarristi come Tommy Emmanuel, Peter Finger e Gareth Pearson, e in tour in Germania e in Cina.

locandina Langendijk
Clicca per ingrandire

Ha pubblicato il suo album di debutto "Leap of Faith" nel 2015 in duo col chitarrista acustico olandese Tim Urbanus, anch'egli molto giovane. Prodotto dal prestigioso marchio "Acoustic Music Records" di Peter Finger questo disco colpisce l'attenzione per la freschezza giovanile e la brillantezza delle composizioni proposte dal duo.

Dalla fine del 2016 è in tour con il suo nuovo repertorio da solista.

Il concerto al Six Bars Jail sarà l'esordio di questo primo tour italiano di Karlijn. Seguiranno altre due tappe, la rassegna "Chitarre per sognare" (Colognola ai Colli - 30 giugno) e il festival "Paese a 6 corde" (Lago d'Orta - 2 luglio).


II° Tuscany Guitar Camp – con Andrea Valeri, Michael Fix e Adam Rafferty

31 agosto – 3 settembre 2017
Rigomagno (Sinalunga, provincia di Siena)

Il camp si svolgerà a Rigomagno (Sinalunga - Siena, Toscana). Un'occasione unica in Italia per trovarsi in un'atmosfera magica, accanto ad alcuni del più grandi esponenti della chitarra acustica mondiale!

Le date vanno dal giorno 31 Agosto al giorno 3 Settembre inclusi.
I tutori di questo Camp saranno Andrea Valeri (ITA), Michael Fix (AUS), Adam Rafferty (USA).
Le lezioni saranno private con il singolo insegnante; queste si alterneranno quotidianamente anche a lezioni di gruppo.
Le lezioni avranno inizio la mattina alle 10 fino alle 17:30 del pomeriggio, con pausa pranzo alle 13 fino alle 14.
I pasti sono già inclusi nei pacchetti a disposizione di seguito.
Su richiesta è possibile pernottare in struttura.
L'alloggio è già compreso nel pacchetto "Tuscany Guitar Camp 1" elencato successivamente.
Il trasporto dall'aeroporto di Pisa alla struttura, su richiesta, è disponibile e gratuito.

locandina Rigocamp
Clicca per ingrandire

Sarà pianificato un concerto Open Mic l'ultima sera (3 Settembre), dedicato ai partecipanti del camp, mentre il primo giorno (31 Agosto), il concerto lo terranno Andrea Valeri, Michael Fix e Adam Rafferty.

Sono disponibili questi due pacchetti:

  • "Tuscany Guitar Camp 1"
    comprensivo di alloggio per tutto il periodo del camp, trasporto da e per l'aeroporto di Pisa, vitto per ciascun giorno, e corso di chitarra
  • "Tuscany Guitar Camp 2"
    comprensivo di vitto per tutto il periodo del camp, e corso di chitarra

INFO E PRENOTAZIONI
Scrivete allo staff di Andrea Valeri.


Steve Tilston in concerto. Chitarra acustica fingerstyle

Sabato 23 Settembre 2017 alle ore 21:30
SIX BARS JAIL c/o Circolo ARCI SMS Serpiolle
ingresso 10 euro

Nonostante la sua popolarità in Italia sia legata principalmente all’episodica partecipazione alla "Ship Of Fools" di John Renbourn, lo straordinario curriculum artistico di Steve Tilston conferma che ci troviamo di fronte a un grande musicista, annoverato dagli addetti ai lavori fra i massimi rappresentanti del folk britannico.

Steve Tilston, infatti, nel corso di 40 anni di musica si è costruito una carriera di tutto rispetto, pubblicando numerosi lavori di raffinata qualità, sempre mescolando la rielaborazione di brani tradizionali del folk inglese ed irlandese alla composizione di brani in chiave cantautorale come “Slip Jigs & Reels” e “The Naked Highwayman” che, per il grande successo riscosso nel circuito del pubblico folk britannico, sono diventati dei veri e propri “classici” del genere. Molte sue canzoni, inoltre, sono state interpretate nei propri album da altri grandi artisti del giro folk come Fairport Convention, Dolores Keane, North Cregg, Bob Fox, Peter Bellamy e The House Band.

locandina Tilston
Clicca per ingrandire

Nato a Liverpool e cresciuto nelle Midlands sotto l'influenza di altri grandi del folk britannico come Bert Jansch, Davey Graham e John Renbourn, ma anche di storici bluesman americani del calibro di Big Bill Broonzy e Josh White, Steve Tilston può vantare una discografia di più di venti album di cui 15 a nome suo.
Fra gli album pubblicati da solista merita sicuramente una segnalazione "Swans at coole" del 1990, l'unico della sua discografia interamente composto da brani strumentali, in cui domina un'atmosfera di pura musicalità in stile folk tradizionale.

Fondamentale nella carriera di Steve Tilston l'incontro artistico e sentimentale con la flautista e folk singer Maggie Boyle, "specialista" del repertorio tradizionale irlandese. Da questo sodalizio oltre alla già citata partecipazione alla "Ship Of Fools" nascono due importanti ed apprezzati album contenenti sia pezzi originali che rielaborazioni di brani tradizionali: "Of Moor And Mesa", del 1992, e "All Under The Sun" del 1996.

Il suo ultimissimo lavoro, uscito nel novembre 2016, nasce dalla collaborazione con il polistrumentista Jez Lowe e si intitola "The Janus Game". Un album costruito interamente a quattro mani il cui contenuto è tanto vario quanto coerente e bilanciato grazie all'approccio stilistico e interpretativo di due grandi musicisti affermatisi come solisti.

Nel corso della sua lunga carriera Steve Tilston ha ricevuto molti premi e riconoscimenti tra cui nel febbraio 2012 il premio "Best Original Song" per il brano "The Reckoning" dall'omonimo album del 2011 nell'ambito del "BBC Radio 2 Folk Awards".

Un episodio curioso quanto incredibile ha recentemente accresciuto, suo malgrado, la popolarità di Steve Tilston. Nel 2015, infatti, è uscito nelle sale cinematografiche "Danny Collins", il film diretto da Dan Fogelman con protagonista Al Pacino ispirato alla lettera che John Lennon scrisse a Steve Tilston nel 1971 dopo aver letto un'intervista rilasciata da quest'ultimo ad una rivista musicale, nella quale il folk singer inglese affermava che la fama e la ricchezza avrebbero potuto avere, nel corso degli anni, un effetto negativo sulla sua arte. Nella missiva, John Lennon rassicurava il suo collega, affermando che essere ricchi non poteva cambiare le proprie esperienze o il modo di pensare. Lennon lasciò nella missiva anche il proprio numero telefono per futuri contatti ma la lettera non fu mai consegnata a Tilston. Se ne persero le tracce, probabilmente intercettata da un cacciatore di cimeli dei Beatles, fino al 2005, quando un collezionista, venutone in possesso, ha reso pubblica la cosa permettendo a Steve Tilston di scoprire l'accaduto dopo 34 anni.


Eric Lugosch in concerto. Chitarra acustica fingerstyle

Venerdì 13 ottobre 2017 alle ore 21:30
SIX BARS JAIL c/o Circolo ARCI SMS Serpiolle
ingresso 10 euro

Eric Lugosch è una delle menti più creative della scena della chitarra acustica americana. Coniuga con grande capacità il suo bagaglio tecnico con l'espressività musicale. Lugosch è una persona con un acuto senso critico, che ricerca concretamente la profondità nei suoi arrangiamenti, e la cui concezione dell'arte riflette ad un tempo rispetto per la tradizione ed una originalità senza compromessi. Il suo repertorio abbraccia l'intero range della musica americana: ragtime, blues, gospel e jazz.

Vincitore nel 1984 del prestigioso National Fingerpicking Championship, Lugosch vive in Evaston, Illinois, dove scrive, insegna e continua a sviluppare la sua personale visione della chitarra fingerstyle al di là di ogni cliché. Ha alle spalle centinaia di concerti negli Stati Uniti e tour in tutto il mondo. È stato invitato negli anni a vari festival internazionale di chitarra tra cui l'Acoustic Guitar Meeting di Sarzana, lo Stamford International Guitar Festival in Inghilterra, l'Ullapool Guitar Festival in Scozia e la Merseyside Guitar Festival di Liverpool. La sua discografia conta già 7 album.

da www.ericlugosch.com